Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter per le PMI del Gruppo Meridiana Italia per essere sempre informato su opportunità, finanziamenti, normativa, adempimenti e molto altro ancora.




    Autorizzo il trattamento dei dati personali .


    CORSO DI PREPARAZIONE ALLA VERIFICA DI IDONEITA’ RICHIESTA DALL’ALBO GESTORI AMBIENTALI

    Finalità ed obiettivi

    Contrariamente alla previgente disciplina, dove per ricoprire il ruolo di Responsabile tecnico era sufficiente dimostrare di possedere idonei titoli di studio, una esperienza maturata nei settori di attività e la frequenza a corsi di formazione, con l’entrata in vigore delle due Deliberazioni n. 6 e n.7 del 2017 del Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali, le precedenti regole vengono sostituite con requisiti standard più severi e una MODALITÀ DI VERIFICA UNIVOCA PER TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE. Una verifica articolata e complessa, che obbliga ad una conoscenza attenta ed approfondita di norme e regole. A dimostrare l’asperità della prova, i numeri: ad ogni sessione d’esame, in media, solo il 24% dei candidati riesce a superare positivamente la verifica di idoneità.

    Docenti

    La formazione sarà erogata da docenti di comprovata esperienza nella tematica oggetto del corso tra cui l’Ing. GIUSEPPE RIENZI, esperto Albo Gestori Ambientali, e il Geol. MASSIMO COVIELLO, Consulente ambientale in materia di gestione rifiuti e Responsabile Area Ambiente – Ecopraxi S.r.l.

    Ubicazione dei corsi

    Le attività formative IN AULA si svolgeranno presso le aule formative della MEMORY CONSULT S.R.L. UNIPERSONALE in Via dell’Edilizia 4/D – 85100 Potenza (PZ)

    Destinatari

    La formazione è rivolta a:

    • coloro che desiderano entrare professionalmente nel settore della gestione dei rifiuti e acquisire l’abilitazione per la nomina di responsabili tecnici in una o più categorie, purché in possesso di un titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado (diploma) o superiore;
    • coloro che risultano già nominati Responsabili Tecnici ed interessati a ricoprire l’incarico per nuove categorie di iscrizione o di aumentare la classe dell’iscrizione in essere;
    • coloro che alla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni risultano già nominati Responsabili Tecnici e che, pur potendo mantenere l’incarico per le medesime categorie e classi in regime di transitorio, dovranno comunque superare la Verifica inerente l’attività oggetto dell’iscrizione, entro ottobre 2022.

    Certificazione finale prevista

    Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione al raggiungimento del 70% delle presenze.

    Scadenza per le iscrizioni

    Il modulo di iscrizione deve essere inviato entro e non oltre il 01/10/2020.

    Articolazione didattica

    MODULO OBBLIGATORIO PER TUTTE LE CATEGORIE. Durata: 24 ore

    ARTICOLAZIONE PROGRAMMA IN SINTESI
    LEGISLAZIONE DEI RIFIUTI: ITALIANA ED EUROPEA Il quadro comunitario in materia di rifiuti

    La politica dell’Unione europea in materia ambientale

    I principi generali del quadro comunitario in materia di rifiuti: principi generali

    Il trattato sul funzionamento dell’Unione

    La disciplina comunitaria in materia di rifiuti

    Il principio di prevenzione ed i danni ambientali

    Le misure di “prevenzione” secondo il diritto comunitario

    Il principio di precauzione

    La normativa comunitaria sui rifiuti

    Il diritto comunitario in materia di rifiuti

    La gerarchia nella gestione dei rifiuti

    La normativa italiana sui rifiuti

    La normativa italiana sui rifiuti: disciplina generale

    La parte IV del D.LGS. 152/2006

    Classificazione dei rifiuti

    Obblighi e responsabilità

    La gestione dei rifiuti: i criteri di “efficacia” ed “efficienza”

    Le caratteristiche di pericolo per i rifiuti

    La gestione dei rifiuti speciali e la gestione dei rifiuti urbani

    La “gestione integrata dei rifiuti”

    Le autorizzazioni

    Il sistema sanzionatorio

    La violazione della normativa sui rifiuti

    La disciplina di particolari categorie di rifiuti

    Il sistema dei Consorzi

    Quadro generale della normativa nazionale sull’ambiente

    Conoscenze di base in materia di autorizzazioni ambientali

    Reati ambientali

    QUADRO DELLE RESPONSABILITA’ E DELLE COMPETENZE DEL RESPONSABILE TECNICO La figura del responsabile tecnico della gestione dei rifiuti

    I principi che regolano la gestione dei rifiuti

    Il responsabile della gestione dei rifiuti

    Il nuovo regolamento di organizzazione e funzionamento dell’Albo nazionale gestori ambientali

    La qualificazione professionale del Responsabile Tecnico

    I requisiti del Responsabile Tecnico

    Le funzioni del Responsabile Tecnico

    I compiti e le responsabilità del Responsabile Tecnico

    Le sanzioni amministrative previste per il Responsabile Tecnico

    Compiti ed adempimenti dell’Albo nazionale gestori ambientali

    Il D.M. 120/2014

    L’Albo nazionale gestori ambientali

    L’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali

    L’art. 212 del d.lgs. n. 152 del 2006 che disciplina l’Albo nazionale dei gestori ambientali

    Il D.M.3 giugno 2014, n. 120

    Il Regolamento per la definizione delle attribuzioni e delle modalità di organizzazione dell’Albo nazionale dei gestori ambientali

    Le attribuzioni e le modalità di organizzazione dell’Albo nazionale dei gestori ambientali

    Il Comitato nazionale dell’Albo nazionale gestori ambientali e le Sezioni regionali e provinciali

    Le Sezioni regionali dell’Albo nazionale gestori ambientali

    Compiti e responsabilità del Presidente del Comitato nazionale

    Le funzioni di segreteria del Comitato nazionale

    Le funzioni di segreteria delle Sezioni regionali e provinciali dell’Albo nazionale gestori ambientali

    AUTORIZZAZIONI E CERTIFICAZIONI AMBIENTALI Conoscenze base in materia di autorizzazioni ambientali, difesa del suolo e tutela delle acque, tutela dell’aria, danno ambientale

    Il significato di VAS (Valutazione Ambientale Strategica)

    La disciplina sulla valutazione ambientale strategica (VAS)

    Il significato di VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale)

    La normativa sulla Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

    Il significato di Impatto Ambientale

    Il provvedimento di valutazione dell’impatto ambientale

    La valutazione ambientale dei progetti

    L’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

    Reati ambientali

    I reati ambientali nell’ordinamento giuridico italiano

    Il d.lgs. 231/2001

    La violazione della normativa in materia ambientale

    La disciplina sanzionatoria degli illeciti amministrativi e penali in materia di tutela ambientale

    Le disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente

    Il reato di Inquinamento ambientale

    Il reato di Disastro ambientale

    La normativa in merito ai delitti contro l’ambiente

    SICUREZZA SUL LAVORO

     

     

     

     

     

    Gli attori della prevenzione: i soggetti individuati dal Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro e i loro rispettivi ruoli
    I rischi specifici e le relative misure di prevenzione e protezione nei settori di attività delle imprese iscritte all’Albo: gestione dei rifiuti, trasporti, movimentazione delle merci e delle sostanze pericolose, lavorazioni in luoghi confinati e a rischio inquinamento.

     

    MODULO SPECIALISTICO 1-4-5 (Raccolta e Trasporto dei Rifiuti). Durata: 16 ore

    ARTICOLAZIONE PROGRAMMA IN SINTESI
    NORMATIVA SUL TRASPORTO DEI RIFIUTI L’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali

    L’idoneità dei mezzi per il trasporto dei rifiuti

    Il formulario e il registro di carico e scarico

    Gestione dei rifiuti urbani

    Servizio di raccolta, raccolta differenziata e trasporto rifiuti urbani (Titolo I, Parte IV, D.lgs. 152/2006)

    Gestione dei centri di raccolta (ex Dm 8 aprile 2008)

    Gestione di specifiche tipologie di rifiuti urbani

    Servizio di raccolta, raccolta differenziata e trasporto rifiuti urbani

    NORMATIVA SULLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI Classificazione dei veicoli, uso e destinazione

    Immatricolazione dei veicoli

    NORMATIVA TRASPORTO MERCI PERICOLOSE (ADR) L’ADR e la classificazione delle merci pericolose

    Prescrizioni generale e principali tipi di rischio

    Le modalità di trasporto delle merci pericolose

    Segnalazione ed etichettatura dei veicoli e degli imballaggi che trasportano i rifiuti pericolosi e i rifiuti che rientrano nel campo di applicazione della disciplina delle merci pericolose con particolare riferimento alle cisterne

    Comportamento in caso di incidente

    Per facilitare la possibilità di partecipazione, la formazione sarà erogata sia secondo le metodologie didattiche più tradizionali (aula frontale), che in tele-formazione, utilizzando la piattaforma Cisco Webex.

    • Per il percorso formativo erogato in aula, sarà calendarizzato n.1 incontro settimanale (venerdì pomeriggio) dalla durata di n.4 ore;
    • Per la tele-formazione, si prevedono n.2 incontri pomeridiani settimanali (lunedì-mercoledì), dalla durata di n. 2 ore a sessione formativa.

    In caso di richiesta da parte degli interessati si potrà prevedere la possibilità di pianificare l’attività formativa in modalità blended, prevedendo l’alternanza tra attività formative erogate in aula ed altre a distanza, in tele-formazione.

    Il calendario didattico è stato definito:

    Iscrizione al corso

    Per eseguire l’iscrizione al corso è sufficiente scaricare e compilare il modulo ed inviarlo via e-mail all’indirizzo info@memoryconsult.it.

    Per maggiori informazioni è possibile contattarci allo 0971 506711.

    Richiesta Informazioni